Le Prove Non Distruttive sono una pietra miliare storica che caratterizza il controllo di qualità dei materiali di base e giunti saldati. Nel Laboratorio del Gruppo Istituto Italiano della Saldatura sono disponibili esami non distruttivi convenzionali e avanzati ad integrazione degli strumenti impiegati nell’ambito di analisi più complesse (come nel caso della Failure Analysis) e per valutare il livello qualitativo dei giunti saldati prima dell’esecuzione delle prova meccanica (come nel caso della Qualificazione dei saldatori o delle procedure di saldatura).

Inoltre, possiamo anche effettuare esami non distruttivi per la valutazione della conformità di materiali di base o giunti saldati in relazione a livelli di qualità predeterminati, sulla base dei criteri di accettabilità o di specifiche del Cliente.

Nel Laboratorio del Gruppo Istituto Italiano della Saldatura sono disponibili i seguenti metodi di esame:

• Esame visivo (VT)
• Esami ultrasonori (UT) manuale ed automatici
• Esami Ultrasonori con tecniche avanzate (AUT)
• Esame Radiografico con Film o supporti computerizzati (RT)
• Esame con particelle magnetiche (MT)
• Esame con liquidi penetranti (PT)
• Prove di tenuta (LT)

Le tecniche di controllo sono di solito eseguite in conformità alle norme internazionali metodologiche EN ISO o secondo i requisiti di ASME BPV sezione V; altre norme o specifiche possono essere applicate su richiesta.

Il personale addetto ad eseguire ed interpretare gli esiti degli esami non distruttivi è qualificato e certificato secondo la norma EN ISO 9712 e/o Raccomandazione ASNT SNT-TC-1A.

Segmenti di mercato