Devi abilitare Javascript sul tuo browser per navigare il sito.
Salta al contenuto principale

>> Requisiti di accesso
Oltre a quanto riportato nella norma UNI EN ISO 9712 vale quanto specificato di seguito.

L'accesso diretto al livello 2 settore MF (ad eccezione della Classe Operativa A del sottosettore rotabili) non è previsto; pertanto per la classe operativa B del sottosettore rotabili e per il sottosettore infrastrutture, l’accesso al livello 2 MF è consentito esclusivamente al personale che abbia già precedentemente conseguito almeno una delle seguenti certificazioni:

  •  Livello 1 settore MF (stesso sottosettore/classe operativa)
  •  In alternativa Livello 2 UNI EN ISO 9712:2012 limitatamente a specifici settori (nella fattispecie con settore a) o b) § A.3 definiti all’Allegato A della UNI EN ISO 9712)

La piattaforma MF Italy, attraverso i partner, propone quest’ultimo percorso integrativo per i candidati che intendono estendere al settore della manutenzione ferroviaria la propria certificazione in uno dei settori a), b) § A.3 definiti all’Allegato A della UNI EN ISO 9712 (presi come base di riferimento).

>> Requisiti di addestramento Teorico Pratico
Il candidato dovrà frequentare obbligatoriamente un addestramento teorico e pratico in conformità a quanto riportato in rosso nella Tabella 3 della LG ANSFISA, di cui di seguito un estratto:

tabella

>> Requisiti di esperienza Industriale
Per il Livello 2-MF, l’esperienza minima:

  • È quella indicata al Prospetto 3 della UNI EN ISO 9712:2012
  • Deve inoltre essere interamente conseguita, e opportunamente documentata, prima di sostenere l’esame di certificazione ed interamente dedicata al settore MF

È responsabilità del datore di lavoro definire assieme al coordinatore aziendale (Livello 3 in MF) un piano d’istruzione con la durata, i contenuti ed i tutor (che potrebbero coincidere con lo stesso coordinatore di Livello 3) per l’affiancamento finalizzato alla maturazione dell’esperienza.
Questa esperienza deve essere formalizzata all’Organismo di Certificazione attraverso una dichiarazione che deve contenere almeno i seguenti punti:

  • Le date, il n° ore di affiancamento, gli argomenti trattati, i controlli effettuati specificando tecnica e prodotto/tipologia del componente
  • Per ogni intervento di affiancamento, nominativo/ firma del tutor, firma del candidato.

Con riferimento alle durate riportate nella UNI EN ISO 9712, l’esperienza minima nell’ambito di ciascun metodo va intesa come il tempo in cui il candidato si è occupato di problematiche CND relative alla manutenzione ferroviaria e nel sottosettore/classe operativa per cui viene fatta richiesta.
È necessario dimostrare un numero minimo di ore di affiancamento, distribuite su tutto il periodo di riferimento, al/ai tutor pari alle seguenti quantità:

  • 360 ore dove sono richiesti 9 mesi
  • 120 ore dove sono richiesti 3 mesi
  • 40 ore dove è richiesto 1 mese

La valutazione dei risultati ottenuti a conclusione dell’iter di affiancamento è a carico del coordinatore aziendale di livello 3.
Mentre la delibera finale è a carico del datore di lavoro. La dichiarazione di esperienza da rilasciare all’Organismo di Certificazione dovrà essere quindi emessa dal coordinatore aziendale di Livello 3 MF, controfirmata dal datore di lavoro ed integrata con il piano d’istruzione e un registro delle giornate di affiancamento svolto con il/i tutor, contenente, per ogni giornata:

  • Date
  • Firme tutor/candidato
  • Argomenti svolti