Devi abilitare Javascript sul tuo browser per navigare il sito.
Salta al contenuto principale

>> La Linea Guida ANSF
La linea guida della Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) si propone di definire opportuni criteri tecnici per la formazione, la qualificazione e la certificazione del personale addetto ai CND in accordo alla norma UNI EN ISO 9712 per lo specifico settore della manutenzione ferroviaria.

L’Agenzia ritiene che la definizione di tali criteri tecnici sia uno degli aspetti fondamentali per garantire un adeguato livello di affidabilità nelle operazioni di manutenzione nel settore ferroviario.

La certificazione del personale addetto ai CND, in accordo alla norma UNI EN ISO 9712, prevede un percorso di formazione, il superamento di un esame teorico pratico, il possesso di esperienza e di idoneità fisica. Tali requisiti sono ritenuti da ANSF come requisiti minimi stabiliti dall’Ente Normatore indipendentemente da uno specifico settore industriale e/o di prodotto di riferimento.

Pertanto la Linea Guida ANSF definisce i principi e le regole ritenute necessarie per la corretta applicazione della sopraccitata normativa al settore della manutenzione ferroviaria stabilendo requisiti integrativi rispetto alla UNI EN ISO 9712.

Come chiarito dal contenuto stesso della Linea Guida, il settore manutenzione ferroviaria è un “settore autoportante” pertanto non è richiesto obbligatoriamente ai candidati il possesso come pre-requisito di una certificazione in accordo a UNI EN ISO 9712. D’altro canto l’Agenzia riconosce il valore del possesso da parte dei candidati di eventuali certificazioni in accordo a UNI EN ISO 9712 anche in altri settori industriali, prevedendo condizioni integrative per queste specifiche situazioni.

Il percorso di formazione e qualificazione offerto dalla piattaforma MF Italy è relativo proprio al percorso integrativo alla Norma UNI EN ISO 9712:2012 per l’estensione al settore della manutenzione ferroviaria.

Il Gruppo IIS e il Centro di Addestramento ed Esami Lucchini RS S.p.A. - Divisione EMIC, in collaborazione con Progetto Azienda presentano il nuovo calendario corsi per la qualificazione e certificazione del personale addetto alle Prove non Distruttive (PND) di livello 2 nel Settore Industriale della Manutenzione Ferroviaria (MF), Sottosettori Rotabile e Infrastrutture.

I brand Lucchini RS e IIS garantiscono a questa iniziativa il corredo di competenze, esperienze ed affidabilità che fanno di MF Italy la soluzione di più alto livello per formare tecnici altamente specializzati.

Oltra alla prestigiosa location di Lovere, sede del Centro Esami Lucchini RS - Divisione EMIC,i corsi si terranno in altre sedi delocalizzate a Piedimonte San Germano (FR), presso l’UfficioRegionale Lazio del Gruppo IIS, a Bellizzi (SA), presso la sede di Progetto Aziendae presso le strutture dei Clienti.

I percorsi di qualificazione sono conformi ai requisiti previsti dalle Linee Guida ANSF (Allegato B1) e prevedono il Modulo BASE, comune a tutti i percorsi, che offre le informazioni di carattere generale sui controlli non distruttivi in manutenzione ferroviaria e i Moduli SPECIFICI per i diversi metodi:

  •     esame visivo (VT)
  •     esame con particelle magnetiche (MT)
  •     esame con liquidi penetranti (PT)
  •     esame ultrasonoro (UT)

La durata del Modulo BASE è di 16 ore.
La durata dei Moduli VT, MT e PT è di 8 ore ciascuno mentre per il Modulo UT è di 40 ore.

>> La modalità di erogazione dell’addestramento Teorico / Pratico
Vista la continua e crescente problematica legata al contagio per COVID-19, l’Istituto Italiano della Saldatura si fa promotore dell’erogazione del servizio in formula Remota attraverso la applicazione WebEx Meetings.

Al momento soltanto la parte Teorica del percorso di formazione sarà erogata in via Remota, la parte Pratica sarà fornita in modalità frontale presso i Partner che metteranno a disposizione attrezzature, provini/campioni e consumabili.

Tutto questo è stato deciso per poter garantire la salvaguardia delle persone e dei Nostri docenti Livello 3 in MF.

Se la emergenza sanitaria regredirà nel secondo semestre la modalità di erogazione potrebbe cambiare in sola formula Frontale. Nel qual caso, il calendario didattico verrà opportunamente modificato e le sedi del corso verranno scelte tra quelle dei Partner e quelle dell’Istituto Italiano della Saldatura.

Approfondisci

Che cosa si intende per Settore “Manutenzione Ferroviaria”?

Questo settore si riferisce all’applicazione dei metodi di controllo non distruttivo per le verifiche effettuate in occasione di interventi manutentivi su componenti ferroviari del sottosistema materiale rotabile e infrastruttura. Dove per interventi manutentivi si intendono quelli effettuati in modalità preventiva/programmata, correttiva e straordinaria, inclusi interventi occasionali di post-vendita nel periodo di garanzia.
All’interno della “manutenzione ferroviaria” si indentificano due principali sottosettori di certificazione, Rotabili e Infrastrutture, con i relativi componenti.

>> Rotabili (Carrello e relativi sottoinsiemi, Rodiggio e relativi componenti, Organi di trasmissione del moto e di trazione/repulsione, Struttura cassa e telaio portante)
>> Infrastrutture (Rotaie, Saldatura tra rotaie, Giunzioni, Componenti dei deviatori)    

Per ciascuno dei due sottosettori è possibile ottenere la certificazione al livello 2 MF secondo due diverse “Classi operative” previste dalla Linea Guida. La classe A (“limited”) e la classe B (“full”) che include la classe A.

Il Coordinatore Aziendale

Ogni Soggetto che opera in campo CND nel settore della Manutenzione Ferroviaria deve nominare un livello 3 aziendale di riferimento (coordinatore di 3 livello MF certificato nei metodi inerenti l’attività CND in uso dal soggetto). Il livello 3 aziendale di riferimento potrà essere sia interno che esterno. Nel caso in cui il livello 3 sia esterno questo dovrà avere un contratto continuativo di consulenza. Il coordinatore di livello 3 dovrà essere nominato mediante comunicazione scritta. Questa figura è necessaria al fine di poter garantire il soddisfacimento dei requisiti, come quelli inerenti all’Esperienza Industriale.

I requisiti

La certificazione potrà essere ottenuta una volta soddisfatti 3 ordini di requisiti:
>> requisiti di accesso
>> requisiti di addestramento teorico-pratico
>> requisiti di esperienza

Scopri di più